Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘acqua bene comune’

Read Full Post »

http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/

Read Full Post »

Alex Zanotelli interviene sull'Acqua bene comune - 4 giugnio 2010 Libreria Masone BN

Alex Zanotelli - 4 giugno 2010 - Colori del cinema

Il pubblico in ascolto di Alex Zanotelli - 4 giugno 2010 libreria masone

Marilina Mucci su Acqua Bene Comune - 4 giugno 2010 libreria masone bn

Maria Masone e Alex Zanotelli su Acqua Bene Comune - 4 giugno 2010

I Teretuppete e Fiore Ranauro interpretano brani dedicati all'acqua

Read Full Post »

Venerdì, 4 giugno 2010, ore 20.30, presso la libreria Masone Alisei di Benevento, il Comitato Provinciale per la Campagna Referendaria per l’acqua pubblica, sarà protagonista de “I colori del cinema”, rassegna della biodiversità e della coesione sociale.
Introduce la serata Marilina Mucci, referente del Comitato Provinciale. A seguire, l’intervento di Alex Zanotelli, promotore nazionale della campagna referendaria. Segue la proiezione de “La storia dell’acqua in bottiglia” (2010, 8 min.), video di Annie Leonard. Maria Masone, altra referente del Comitato Provinciale, interverrà su “Acqua bene comune”. A conclusione, il gruppo etnico Teretuppete e Fiore Ranauro interpreteranno, tra gli altri, anche un brano scritto da Ranauro sull’acqua bene comune.   
 
Durante l’evento, si raccoglieranno le firme per la presentazione dei tre quesiti referendari.  

Read Full Post »

Acqua bene comune:

Il 1° maggio, firma a Benevento, in piazza Santa Sofia.

Il 1° e il 2 maggio, firma a San Salvatore Telesino.

 

Il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, costituito da centinaia di comitati territoriali che si oppongono alla privatizzazione, insieme a numerose realtà sociali e culturali ha deciso di promuovere 3 quesiti referendari contro la privatizzazione della gestione dell’acqua.

Il  1° e  il 2 maggio la raccolta firme per i 3 referendum passa per i banchetti.

Le associazioni beneventane della Rete Arcobaleno e i Comitati civici di San Salvatore Telesino e Guardia Sanframondi e Cittadini in Movimento hanno aderito al Comitato nazionale per la campagna referendaria per dare il loro contributo a questa battaglia che, a partire  dalla difesa di un bene essenziale e diritto universale dell’uomo, vuole rilanciare la difesa dell’ambiente e dei beni e servizi pubblici, sempre più negati in nome del profitto di pochi speculatori.

I beni essenziali alla vita non possono essere piegati alla logica della speculazione e del mercato.

Per approfondimenti e dettagli sulla campagna visita il sito: www.acquabenecomune.org

PS: al banchetto munirsi di un documento di riconoscimento

FIRMIAMO TUTTI PER L’ACQUA BENE COMUNE

Sabato 1° maggio 2010
Benevento – Piazza Santa Sofia

 Sabato 1° Maggio
San Salvatore Telesino – Largo Chiesa 17.30-19.00

Domenica 2 Maggio
San Salvatore Telesino – Piazza Nazionale  10.00-13.00

www.beneventoecosolidale.wordpress.com

Read Full Post »

L’acqua è ormai una merce. E con la benedizione di politici e media si appresta a diventare – da bene comune e diritto di tutti – un affare per pochi. Una torbida verità la cui fonte è la recente riforma dei servizi pubblici locali.  Questo libro ricostruisce la storia della privatizzazione dell’acqua in Italia dal 1994 a oggi, dimostrando come e perché la gestione pubblica degli acquedotti può essere la più efficiente.
 

Read Full Post »

20 Marzo 2010 – Manifestazione nazionale a Roma

Appello per la manifestazione
Per la ripubblicizzazione dell’acqua, per la tutela di beni comuni, biodiversità e clima, per la democrazia partecipativa

Insieme, donne e uomini appartenenti a comitati territoriali e associazioni, forze culturali e religiose, sindacali e politiche, abbiamo contrastato i processi di privatizzazione del servizio idrico portati avanti in questi anni dalle politiche governative e in tutti i territori.
Insieme abbiamo costituito il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua e raccolto più di 400.000 firme a sostegno di una proposta di legge di iniziativa popolare per la tutela, il governo e la gestione pubblica dell’acqua.

Mentre la nostra proposta di legge d’iniziativa popolare giace nei cassetti delle commissioni parlamentari, l’attuale Governo ha impresso un’ulteriore pesante accelerazione, approvando, nonostante l’indignazione generale, leggi che consegnano l’acqua ai privati e alle multinazionali (art. 23bis, integrato dall’ art. 15-decreto Ronchi).

Non abbiamo alcuna intenzione di permetterglielo.

La nostra esperienza collettiva, plurale e partecipativa è il segno più evidente di una realtà vasta e diffusa, di un movimento vero e radicato nei territori, che ha costruito consapevolezza collettiva e capacità di mobilitazione, sensibilizzazione sociale e proposte alternative.

Chiamiamo tutte e tutti ad una manifestazione nazionale a Roma sabato 20 marzo, per bloccare le politiche di privatizzazione della gestoione dell’acqua, per riaffermarne il valore di bene comune e diritto umano universale, per rivendicarne una gestione pubblica e partecipativa, per chiedere l’approvazione della nostra legge d’iniziativa popolare, per dire tutte e tutti assieme “L’acqua fuori dal mercato!”.

Nella nostra esperienza di movimenti per l’acqua, ci siamo sempre mossi con la consapevolezza che quanto si vuole imporre sull’acqua e in ciascun territorio è solo un tassello di un quadro molto più ampio che riguarda tutti i beni comuni, attraversa l’intero pianeta e vuol mettere sul mercato la vita delle persone.

La perdurante crisi economica, occupazionale, ambientale, alimentare e di democrazia, è la testimonianza dell’insostenibilità dell’attuale modello di produzione, consumi e vita.
Il recente fallimento del summit ONU di Copenaghen è solo l’ultimo esempio dell’inadeguatezza delle politiche liberiste e mercantili, incapaci di rispondere ai diritti e ai bisogni dell’umanità.

Se il mercato ha prodotto l’esasperazione delle diseguaglianze sociali, la cronicità della devastazione ambientale e climatica, la drammaticità di grandi migrazioni di massa, non può essere lo stesso mercato a porvi rimedio.

Analogamente alle battaglie sull’acqua, in questi anni e in moltissimi territori, sono nate decine di altre resistenze in difesa dei beni comuni.

Significative mobilitazioni popolari, capaci di proposte alternative nel segno della democrazia condivisa, stanno tenacemente contrastando la politica delle “grandi opere” devastatrici dei territori, una gestione dei rifiuti legata al business dell’incenerimento, un modello energetico dissipatorio e autoritario, basato su impianti nocivi ed ora anche sul nucleare.

Rappresentano esperienze, culture e storie anche molto diverse fra loro, ma ugualmente accomunate dalla voglia di trasformare questo insostenibile modello sociale, difendendo i beni comuni contro la mercificazione, il lavoro contro la sua riduzione a costo, la salute contro tutte le nocività, i territori contro le devastazioni ambientali.

Chiamiamo tutte queste realtà a costruire assieme la manifestazione nazionale di sabato 20 marzo.

Ciascuna con la propria esperienza e specificità, ciascuna con la propria ricchezza e capacità.

Pensiamo che la manifestazione, oltre ad essere un importante ed unificante momento di lotta, ponga con intelligenza e determinazione la questione della democrazia partecipativa, ovvero l’inalienabile diritto di tutte/i a decidere e a partecipare alla gestione dell’acqua e dei beni comuni, del territorio e dell’energia, della salute e del benessere sociale.

FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA
http://www.acquabenecomune.org/

 

Read Full Post »

Older Posts »