Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘alex zanotelli’

(altro…)

Read Full Post »

Read Full Post »

Video girato da Giulio Martino, il 4 giugno 2010, presso la libreria Masone Alisei di Benevento, durante “I colori del cinema. Rassegna della biodiversità e della coesione sociale”. Serata a cura del Comitato Provinciale per la Campagna Referendaria: interventi di Alex Zanotelli, Marilina Mucci, Maria Masone; interventi musicali dei Teretuppete e Fiore Ranauro. 

Privatizzazione dell’acqua. Finalmente han trovato il modo di “mangiare” con l’acqua (dedicata ad una battuta di Massimo Troisi del 1977). 
Nel 2008 Tremonti e il governo Berlusconi “danno” il via libera alla privatizzazione dell’acqua (art. 23 bis 133/2008). 

Senza farlo sapere a nessuno ci stanno rubando l’acqua per regalarla alle multinazionali… c’era da aspettarselo: a forza di dargli del ladro quando piove… 

Mi raccomando acqua in bocca… 
Rapporto Censis del 2009: “l’Italia è un paese in apnea”… ecco il motivo per cui ci tolgono l’acqua… questi lo fanno perchè ci vogliono bene. 

Il video è da bere dall’inizio alla fine (compreso i titoli di coda)… 

http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/

Read Full Post »

Alex Zanotelli interviene sull'Acqua bene comune - 4 giugnio 2010 Libreria Masone BN

Alex Zanotelli - 4 giugno 2010 - Colori del cinema

Il pubblico in ascolto di Alex Zanotelli - 4 giugno 2010 libreria masone

Marilina Mucci su Acqua Bene Comune - 4 giugno 2010 libreria masone bn

Maria Masone e Alex Zanotelli su Acqua Bene Comune - 4 giugno 2010

I Teretuppete e Fiore Ranauro interpretano brani dedicati all'acqua

Read Full Post »

Venerdì, 4 giugno 2010, ore 20.30, presso la libreria Masone Alisei di Benevento, il Comitato Provinciale per la Campagna Referendaria per l’acqua pubblica, sarà protagonista de “I colori del cinema”, rassegna della biodiversità e della coesione sociale.
Introduce la serata Marilina Mucci, referente del Comitato Provinciale. A seguire, l’intervento di Alex Zanotelli, promotore nazionale della campagna referendaria. Segue la proiezione de “La storia dell’acqua in bottiglia” (2010, 8 min.), video di Annie Leonard. Maria Masone, altra referente del Comitato Provinciale, interverrà su “Acqua bene comune”. A conclusione, il gruppo etnico Teretuppete e Fiore Ranauro interpreteranno, tra gli altri, anche un brano scritto da Ranauro sull’acqua bene comune.   
 
Durante l’evento, si raccoglieranno le firme per la presentazione dei tre quesiti referendari.  

Read Full Post »

APPELLO ACQUA

Questo è l’anno dell’acqua, l’anno in cui noi italiani dobbiamo decidere se l’acqua sarà merce o diritto fondamentale umano.
Il 19 novembre 2009, il governo Berlusconi ha votato la legge Ronchi , che privatizza i rubinetti d’Italia. E’ la sconfitta della politica, è la vittoria dei potentati economico-finanziari. E’ la vittoria del mercato, la mercificazione della ‘creatura’ più sacra che abbiamo:’sorella acqua’.
Questo decreto sarà pagato a caro prezzo dalle classi deboli di questo Paese, che, per l’aumento delle tariffe, troveranno sempre più difficile pagare le bollette dell’acqua (avremo così cittadini di serie A e di serie B!). Ma soprattutto, la privatizzazione dell’acqua, sarà pagata dai poveri del Sud del mondo con milioni di morti di sete.
Per me è criminale affidare alle multinazionali il bene più prezioso dell’umanità  (‘l’oro blu’),  bene che andrà sempre più scarseggiando, sia per i cambiamenti climatici (scioglimento dei ghiacciai e dei nevai) sia per l’incremento demografico.
L’acqua è un diritto fondamentale umano, che deve essere gestito dai Comuni a  totale capitale pubblico, che hanno da sempre il dovere di garantirne la distribuzione per tutti al costo più basso possibile.
Purtroppo, il nostro governo, con la legge Ronchi, ha scelto un’altra strada, quella della mercificazione dell’acqua.
Ma sono convinto che la vittoria dei potentati economico-finanziari  si trasformerà in un boomerang.
E’ già oggi notevole la reazione popolare contro questa decisione immorale.
Questi anni di impegno e di sensibilizzazione  sull’acqua, mi inducono ad affermare che abbiamo ottenuto in Italia una vittoria culturale ,che ora deve diventare politica.
Ecco perché il Forum italiano dei Movimenti per l’acqua pubblica, lancia ora il Referendum abrogativo della Legge Ronchi, che dovrà raccogliere, fra aprile e luglio 2010, circa seicentomila firme. Non sarà un referendum soloabrogativo, ma una vera e propria consultazione popolare su un tema moltochiaro:o la privatizzazione dell’acqua o il suo affidamento ad un soggetto di diritto pubblico.
Le date del referendum verranno annunciate in una grande manifestazione nazionale a Roma il 20 marzo, alla vigilia della Giornata Mondiale dell’acqua (22marzo).
Nel frattempo chiediamo a tutti di costituirsi in gruppi e comitati in difesa dell’acqua, che siano poi capaci di coordinarsi a livello provinciale e regionale.
E’ la difesa del bene più prezioso che abbiamo (aria e acqua sono i due elementi essenziali per la vita!). Chiediamo a tutti i gruppi e comitati di fare pressione prima di tutto sui propri Comuni affinché convochino consiglimonotematici per dichiarare che l’acqua è un bene di non rilevanza economica. Questo apre la possibilità di affidare la gestione dell’acqua ad un soggetto di diritto pubblico.
Abbiamo bisogno che migliaia di Comuni si esprimano. Potrebbe essere questo un altro  referendum popolare propositivo.
Solo un grande movimento popolare trasversale potrà regalarci una grandevittoria per il bene comune. Sull’acqua ci giochiamo tutto, anche la nostrademocrazia.
Dobbiamo e possiamo vincere. Ce l’ha fatta Parigi (la patria delle grandi multinazionali dell’acqua ,Veolia, Ondeo ,Saur che stanno mettendo le mani
sull’acqua italiana) a ritornare alla gestione pubblica. Ce la possiamo fare anche noi.
Mobilitiamoci !E’ l’anno dell’acqua!

Alex  Zanotelli

Read Full Post »

Napoli, 19 novembre 2009

Acqua privatizzata

                                        “MALEDETTI  VOI..!”

Non posso usare altra espressione per coloro che hanno votato per la privatizzazione dell’acqua , che quella usata da Gesù nel Vangelo di Luca, nei confronti dei ricchi :” Maledetti voi ricchi….!”

Maledetti coloro che hanno votato per la mercificazione dell’acqua .

Noi continueremo a gridare che l’acqua è vita, l’acqua è sacra, l’acqua è diritto fondamentale umano.

E’ la più clamorosa sconfitta della politica. E’ la stravittoria dei potentati economico-finanziari, delle lobby internazionali. E’ la vittoria della politica delle privatizzazioni, degli affari, del business.

A farne le spese è ‘sorella acqua’, oggi il bene più prezioso dell’umanità, che andrà sempre più scarseggiando, sia per i cambiamenti climatici, sia per l’aumento demografico. Quella della privatizzazione dell’acqua è una scelta che sarà pagata a caro prezzo dalle classi deboli di questo paese( bollette del 30-40% in più, come minimo),ma soprattutto dagli impoveriti del mondo. Se oggi 50 milioni  all’anno muoiono per fame e malattie connesse, domani 100 milioni  moriranno di sete. Chi dei tre miliardi che vivono oggi con meno di due dollari al giorno, potrà pagarsi l’acqua? “

Noi siamo per la vita, per l’acqua che è vita, fonte di vita. E siamo sicuri che la loro è solo una vittoria di Pirro. Per questo chiediamo a tutti di trasformare questa ‘sconfitta’ in un rinnovato impegno per l’acqua, per la vita , per la democrazia. Siamo sicuri che questo voto parlamentare sarà un “boomerang” per chi l’ha votato.

Il nostro è un appello prima di tutto ai cittadini, a ogni uomo e donna di buona volontà .Dobbiamo ripartire dal basso, dalla gente comune, dai Comuni. (altro…)

Read Full Post »